Il 25 febbraio 2022, il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza per intervento all’estero in seguito alla crisi in Ucraina. Questa misura assicura il concorso dello Stato italiano alle iniziative di protezione civile a supporto della popolazione colpita, anche attraverso interventi straordinari ed urgenti. 

Le risorse stanziate, tre milioni di euro a carico del Fondo per le emergenze nazionali, comprendono i costi per il trasporto, il dispiegamento e il reintegro dei materiali, al netto di quanto sarà rimborsato dall’Unione Europea.

In conseguenza della grave crisi internazionale in atto, il 28 febbraio il Consiglio dei Ministri delibera un ulteriore stato di emergenza per assicurare l’accoglienza in Italia della popolazione ucraina in fuga dal proprio Paese. Per gli interventi di assistenza sono stanziati 10 milioni di euro, a carico del Fondo per le emergenze nazionali.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.